Inutile negarlo: l’ultimo anno ha cambiato tutto. I primi due casi italiani della pandemia sono stati confermati il 30 gennaio del 2020 e da quel momento si innescata una reazione a catena che ha coinvolto tutto e tutti.
Anche per chi fa intrattenimento dal vivo gli scenari sono mutati, tanto che oggi alle porte di una nuova estate dai contorni sfumati continuiamo a chiederci: come organizzare eventi post Covid?

Le linee guida

Direttamente sul sito della Camera è possibile consultare un documento dove si ripercorre tutta la cronistoria delle misure applicate per il settore dei beni e delle attività culturali dall’inizio della pandemia all’ultimo DPCM: puoi consultarlo se vuoi avere informazioni dettagliate su come organizzare eventi post Covid.
Le principali linee guida sono comunque le seguenti:

  • dal 26 aprile 2021, nelle zone gialle possono svolgersi spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, live-club e altri locali o spazi anche all’aperto esclusivamente con posti a sedere pre-assegnati e a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per gli spettatori non abitualmente conviventi, sia per il personale;
  • la capienza consentita non può essere superiore al 50% di quella massima autorizzata e il numero massimo di spettatori non può comunque essere superiore a 1.000, per gli spettacoli all’aperto, e a 500, per gli spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala;
  • le attività devono svolgersi nel rispetto di apposite linee guida, che possono prevedere, con riferimento a particolari eventi, che l’accesso sia riservato soltanto ai soggetti in possesso delle certificazioni verdi COVID19 (art. 5, co. 1, 3 e 4, D.L. 52/2021);
  • sempre nelle regioni gialle, è ripreso il servizio di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura, nonché delle mostre, oltre che nei giorni feriali, anche il sabato e i giorni festivi, a condizione che l’ingresso sia prenotato on line o telefonicamente con almeno un giorno di anticipo e sempre nel rispetto delle condizioni di sicurezza indicate.

Come organizzare eventi post Covid: cosa può fare EdA per te

Se stai leggendo un articolo su come organizzare eventi post Covid, al 99% sarà perché hai in mente delle idee ma hai mille dubbi su come realizzarle nel rispetto delle linee guida indicate.
Le parole chiave sono

  • contingentamento degli ingressi
  • prenotazione obbligatoria

Va ripensato dunque completamente il paradigma comunicativo che deve dare come informazioni primarie la capienza massima che si può raggiungere per quel determinato evento e la necessità di riservare  il proprio proprio posto per garantirsi l’ingresso, sia in caso di manifestazione a pagamento che gratuita.

Come agenzia di comunicazione digitale noi possiamo occuparci di entrambi gli aspetti

  • realizzando un sito internet ex novo che ti permetta di gestire internamente prenotazioni ed pagamenti eventuali pagamenti
  • seguendo la tua campagna di comunicazione online – tramite social e google advertising – e offline

Certo, potresti scegliere di inserire il tuo evento all’interno di portali che hanno già questo scopo, pensiamo ad esempio a Ticketone per fare un esempio conosciuto, ma avere a disposizione un gestionale proprietario ha un ulteriore ed immenso lato positivo: chi acquista il ticket o riserva il proprio posto, dovrà lasciarti i suoi contatti, email e/o telefono, ed accettare la privacy per poter proseguire e tu avrai a disposizione una banca dati da poter utilizzare per successive azioni di email marketing.

Se hai bisogno di un consulenza su questo aspetto e vuoi capire ancor più nel dettaglio come potrebbe funzionare il gestionale di prenotazioni, saremo felici di metterti a disposizione il nostro tempo!

Nessun Commento

Commenta l'articolo