Se ti chiedi come migliorare il posizionamento su Google del tuo sito, devi sapere che le strade da percorrere sono essenzialmente due, non in contrapposizione tra di loro.
La scelta dipende più che altro dalla più ampia strategia di posizionamento del brand e dell’investimento economico che hai destinato a questo aspetto.

Se non vuoi destinare un budget alle campagne Google Ads, dovrai lavorare sulla molto bene sulla SEO, mettendo in conto comunque di ottenere dei risultati nel lungo-medio periodo che potrebbero però essere meglio mantenuti nel tempo.
In alternativa, ad una corretta strategia SEO che è sempre e comunque necessaria, potrai affiancare delle campagne che ti permetteranno di scalare le posizioni in maniera più rapida.

Concentriamoci sulla prima strada: quanto ne sai di SEO?

Come migliorare il posizionamento su Google lavorando sui dettagli

Tutto ciò che è digital è in costante movimento. Questo significa che anno dopo anno – se non mese dopo mese – alcuni aspetti di una strategia vanno rivisti. E lo stesso vale anche ciò che riguarda l’ottimizzazione del sito dal punto di vista SEO.
Se quindi vuoi capire come migliorare il posizionamento Google del tuo sito, è necessario essere attento ai nuovi trend e saperli tradurre in pratica.

Occhio al testo

Giusto qualche settimana fa ti abbiamo proposto un approfondimento sulla keyword research e sulla necessità di spostarsi da parole chiave secche a long tail keywords per indicizzare meglio un contenuto testuale ed una pagina.
Bene, questo aspetto rileverà nei prossimi anni sempre di più. E sai come mai?
La ricerca vocale è un fenomeno in enorme espansione. Pensa un attimo a che cosa digiteresti sulla tastiera del tuo laptop per dare una determinata ricerca e a quali parole invece pronunceresti al microfono del tuo smartphone.
Dov’è la principale differenza? Parlando con l’Assistente Google o con Alexa, tanto per fare un esempio, sei molto più prolisso.
Chi si occupa di SEO on site deve tenere conto di questo aspetto e lavorare dunque su chiavi di ricerca capaci di intercettare questi comportamenti del potenziale utente.

Il settaggio delle immagini

Passiamo ora dal testo alle immagini. L’ottimizzazione di foto e contenuto grafico in ottica SEO è un punto che assume sempre più importanza nel giudizio del motore di ricerca.
Se vuoi capire come migliorare il posizionamento Google del tuo sito controlla se le immagini:

  • sono di alta qualità e risoluzione
  • sono ottimizzate per il web e quindi non appesantiscono il caricamento della pagina
  • contengono il tag alt, con la logica delle long tail keywords di cui abbiamo parlato poco sopra

Potere al video!

Testo…ok. Immagini…ok. E i video?
Devi sapere che i contenuti video rappresentano un ottimo modo per aumentare l’interesse degli utenti e per convincerli ad approfondire un contenuto.
Il motore di ricerca quindi, che è sempre molto attento a fornire un buon servizio e dunque a dare la risposta che chi gli ha posto la domanda potrà apprezzare, tende a preferire siti che utilizzino in modo intelligente i contenuti video.
Se hai un ecommerce ad esempio, puoi utilizzarli per mostrare il prodotto e le sue funzioni al posto o in supporto alle foto.

 

Nessun Commento

Commenta l'articolo